Dieci ragioni per passare subito al Content Marketing

il Content Marketing ruota intorno alla creazione, pubblicazione e distribuzione di contenuti costruiti su misura per un pubblico target, tali da generare nuovo traffico sui tuoi media online e - di conseguenza - nuovi clienti


Dieci ragioni per passare subito al Content Marketing

Mantenere sempre all’avanguardia le strategie di comunicazione del tuo business, così da essere sempre ben visibile, efficace, efficiente. Nel mondo di oggi, un risultato simile passa attraverso un marketing dai contenuti ben strutturati, costruiti su misura per il tuo target. Questa guida ti aiuterà a capire perché non puoi più prescindere da contenuti professionali e su quali aspetti focalizzare gli sforzi per strutturare al meglio il tuo marketing.

Cos’è il content marketing?

Se chiedessimo a dieci esperti di content marketing una definizione di ciò che fanno, facilmente otterremmo dieci risposte diverse: il content marketing si nutre di parole e ogni professionista usa le sue. È altrettanto facile, tuttavia, che ognuno di loro, circa il focus della sua materia, si esprimerebbe più o meno così

il content marketing ruota intorno alla creazione, pubblicazione e distribuzione di contenuti costruiti su misura per un pubblico target, tali da generare nuovo traffico sui media online e nuovi clienti.

Online è una delle parole chiave: la maggior parte delle strategie e campagne di content marketing vive sulla rete, diffusa attraverso i social media, oppure blog, canali video, e-books e altri tools con cui l’azienda condivide i valori del brand e il proprio expertise con un pubblico target. L’altro focus da tenere sempre presente è il su misura: per il pubblico, e per l’azienda. Questo il cosa, e il come.
Il quando? Subito, naturalmente! Ecco allora

10 perfette ragioni per cominciare subito a creare
contenuti di marketing professionali e su misura

1. Stabilisce un rapporto di fiducia con il target

Un buon marketing content provider è capace di sfruttare al meglio i propri know-how per guadagnare la fiducia di chi approda sui suoi media online. Più contenuti crei e condividi con il tuo target, e più sarai considerato autorevole, il che aumenta la probabilità che un prospect decida di rivolgersi a te.

2. È ideale per modellare una Brand Awareness efficace

Per quanto tu sia bravo, ci sarà sempre qualcuno che non ti conosce: se utilizzato propriamente, il content marketing può aiutarti a incrementare significativamente i visitarori, intesi come pubblico già selezionato. Parlare direttamente al proprio target significa generare traffico e link di qualità sul tuo sito e presentare il business a un pubblico sempre più vasto. Se saprai creare contenuti su misura per il target, aumenterà il tuo bacino di utenti, e dimostrerai il tuo expertise e la capacità di fare marketing efficace.

Ad esempio, potresti creare una serie di video da postare settimanalmente, con le indicazioni di che fare in città quel weekend. Il tuo target verrà in città per ciò che gli hai proposto e, una volta dopo l’altra, la conoscerà sempre più. Meglio saprai raccontargli la tua città e più facilmente arriverà a preferirla a un’altra di cui avevano sentito parlare, ma dove non saprebbero che fare. Sostituisci la tua azienda alla tua città, e il gioco è fatto.

  • La parola all’esperto: invece di creare da solo i tuoi video, potresti collaborare con videomaker o blogger, così da avere un prodotto di qualità ancora superiore!

3. È grandioso per la SEO e i motori di ricerca

Quando digiti keywords su Google, il motore di ricerca lavora duro per recapitarti i risultati migliori tra quanti rispondono alle tue indicazioni. Allo stesso modo, quando crei contenuti professionali mirati a condividere con il tuo target informazioni significative, dovresti evitare gli annunci da piazzista, e concentrarti invece su un marketing di qualità.

Google è programmato per fornire agli utenti risultati concreti, e sa distinguere un buon copy dalla solita spam. Per quanto gli algoritmi di ricerca cambino di continuo, fin tanto che posterai contenuti validi, questi scaleranno rapidamente il ranking dei risultati e – una volta in cima – vi rimarranno più a lungo. Ricorda che per piacere alla SEO i tuoi contenuti devono essere aggiornati, utili (didattici o problem-solving) e rilevanti (davvero attinenti, cioè, alla materia della ricerca).

4. Genera lead per la tua azienda

Parliamoci chiaro: se noi tutti ci dedichiamo al marketing, ogni tipo di marketing, è per generare lead al nostro business. E per quanto siamo bravi, abbiamo bisogno di sempre nuovi lead. Perché un perfetto estraneo ci trovi, tuttavia, e decida poi di comprare da noi, occorre che sappia chi siamo, e che si fidi.

Il content marketing è questo, postare contenuti di tale qualità e utilità da qualificarti a esperto del tuo settore. Magari chi ti legge non ha intenzione di comprare subito, ma se rimarrà colpito dai tuoi contenuti si ricorderà di te – piuttosto che di un competitor – quando vorrà acquistare qualcosa, o avrà bisogno di un consiglio o che qualcuno gli risolva un problema.

  • La parola all’esperto: metti a disposizione sul tuo sito contenuti premium (e-book, tutorial, case study). Il tuo utente-target tornerà spesso in cerca di nuovi contenuti e, quando dovesse avere bisogno di te, saprà dove trovarti!

5. Attrae proprio i buyer che cerchi

Ci siamo garantiti un buon numero di nuovi lead, ma non tutti sono uguali. Meglio pochi ma buoni, si dice, ma ancora meglio tanti e specifici. Il nostro business ha bisogno di attrarre buyer in target, perchè un lead “qualsiasi” non varrà che a sprecare il tempo del comparto Vendite. Il bello del content marketing è proprio che postando contenuti che provino il nostro expertise e la nostra autorevolezza, avremo i nostri post letti proprio dal target interessato a quella materia e dunque al nostro business. Sono i contenuti stessi, cioè, a selezionare il pubblico per noi, e generare “in automatico” lead di qualità.

Più sono specifici i contenuti che postiamo e più probabilità c’è di attrarre solo il nostro esatto target. Nessuno cerca su Google filtri da piscina se non ne ha una o non sta progettando di comprarla; e nessuno che non abbia una piscina leggerà un blog che spiega i vantaggi dell’acqua salata rispetto al cloro. Solo chi è realmente interessato imposterà quel tipo di ricerca, scandaglierà i risultati e approderà, se abbiamo fatto un buon lavoro, sulla nostra landing page; e ci vogliono buyer ancora più motivati, una volta lì, per compilare un form che permetta loro di ricevere contenuti premium. II tuo marketing ha filtrato per te gli utenti “di passaggio”, consegnando alle Vendite solo lead che daranno business concreto. E grazie all’inbound marketing e a contenuti di qualità hai risparmiato tempo, energia e denaro.

6. Converte più visitatori in lead effettivi (con il “viaggio del buyer”)

Ora che sai come fare content marketing e perché, non lasciare il lavoro a metà. Al postare contenuti validi occorre far seguire quello che chiamiamo “il viaggio del buyer” un processo in tre step progettato per massimizzare la conversione dei contatti in lead concreti.

Prendiamo l’esempio di uno studio legale e di un nuovo lead, Marco. A ogni tappa l’apporto di nuovi contenuti su misura “nutre” la propensione di Marco a servirsi di noi, agevolando il suo percorso attraverso il funnel di vendita e la sua trasformazione in effettivo cliente.

#1. Consapevolezza
Marco ha ricevuto una cartella dall’Agenzia delle Entrate e, se pure sa di essere in regola, è preoccupato: su Google cerca “fare ricorso contro una cartella esattoriale” e il motore di ricerca lo porta sul nostro sito al post “quando e come fare ricorso all’Agenzia delle Entrate”. Mentre comincia a capire come risolvere il problema, acquista la consapevolezza di aver trovato uno studio che sa il fatto suo, e potersi fidare. Finito il post si fa un giro nel sito e sulla landing page trova il link per scaricare la “Guida a non avere problemi con l’Agenzia delle Entrate”. Ora sa quanto a fondo conosciamo la materia, e abbiamo tutta la sua attenzione e la sua fiducia.

#2. Valutazione
Marco sta valutando come gli convenga procedere per il suo problema. Naviga ancora sul nostro blog, e sul sito: guarda un tutorial e un paio di case study di cui uno è proprio quello che gli è successo. Ormai ne è quasi certo: il nostro studio può risolvere il suo problema rapidamente e in sicurezza.

#3. Decisione
Quando Marco ha ricevuto la cartella intendeva fare da sé, anche se gli sarebbe costato tempo e seccature. La nostra competenza e i contenuti premium lo hanno convinto ad affidarsi a dei professionisti. Conosce altri studi, ma è rimasto così colpito dal nostro approccio che clicca sul tasto per una prima consultazione gratuita, e già il giorno dopo siamo stati assunti! Il content marketing ha aiutato Marco a prendere la decisione migliore, e guidato alla nostra porta un cliente in target per il nostro business. L’expertise messo in vetrina da ogni nostra risorsa di content marketing – in tre mosse – ha trasformato Marco da semplice prospect a lead, e poi cliente effettivo dei nostri servizi.

7. Induce il target a condividere i tuoi contenuti sui social

Se sei davvero un esperto nel tuo business, saprai cose che la maggior parte della gente non sa. E se i tuoi contenuti sono quanto di meglio in giro per risolvere un problema, o svelano informazioni inedite su un argomento, è probabile che altri nel tuo campo li condivideranno, per sembrare a loro volta esperti. Non importa se ti copiano, se sei stato il primo a dirlo resti comunque tu, a capo del gioco.

La via migliore per far viaggiare rapidamente contenuti attraverso la rete e farli arrivare ai consumatori sono, ovviamente, i social media. Se fino ad oggi ti sei preoccupato di creare contenuti utili che la gente potesse voler leggere, è tempo di fare un passo in più e iniziare a produrre contenuti unici che vogliano condividere. Contenuti più efficaci e mirati significano più pubblico di quanto non immaginassi e questo – nell’era del digitale, mobile, virale – significa che più gente ti riconoscerà come esperto nel tuo campo e più penserà a te se avrà un problema o starà pensando a un acquisto.

8. Da al target un buon motivo per tornare sul tuo sito

Nel momento stesso in cui fornisci al tuo target contenuti esclusivi o su misura, stai cominciando a costruire con lui una relazione. Lui inizierà a percepire i tuoi media come una risorsa di cui si possa fidare ed è esattamente il tipo di risorsa su cui il pubblico torna volentieri e di frequente. Costruisci contenuti tali da creare intorno ai tuoi media una community, e i suoi membri diverranno, per quanti nel tuo target ancora non ti conoscono, i tuoi migliori testimonial.

9. Costruisce e implementa l’aurorevolezza del tuo brand

A questo punto lo avrai capito, postare contenuti di qualità è la migliore dimostrazione del tuo expertise e del fatto che nel tuo campo non hai rivali. Il tuo pubblico target sa di poter ottenere da te le risposte che cerca per ogni suo specifico problema e che sei superiore ai tuoi competitor.

Anche quando sarai arrivato in cima, non smettere di produrre contenuti premium che ribadiscano il tuo ruolo di esperto: questo, tanto per fidelizzare chi già ti segue che per generare lead nuovi di zecca.

10. Ti fa acquisire backlink, e scalare il ranking di Google

Mettere in atto un content marketing efficace vuol dire poter contare su un ulteriore volano di comunicazione: se posti tutorial, e-book e risorse simili, infatti, altri siti del tuo campo pubblicheranno link al tuo per condividere i tuoi contenuti premium con i loro visitatori. Così, la tua utenza si moltiplica senza che tu debba fare nulla, e fino a x100!

Non solo: il backlink è uno dei criteri chiave che un motore di ricerca usa per posizionare il tuo sito. Se siti autorevoli o popolari si collegano al tuo, è come se tu acquistassi parte dei loro “superpoteri”, sommandoli a quelli che già hai di tuo (se vuoi saperne di più su come funziona un motore di ricerca guarda qui) e facendoti rapidamente scalare il ranking.

Convinto? Questi sono solo i 10 motivi “hot” per convertirsi a un content marketing di qualità. La lista potrebbe continuare per pagine, oppure limitarsi a un solo punto a favore del content marketing: perché funziona: per costruire la reputazione del tuo brand e generare lead di qualità nulla funziona, online, quanto l’inbound marketing. Potresti se no adottare una di quelle tattiche mordi e fuggi che garantiscono al tuo business picchi momentanei di visite, lead convinti ma non troppo, o ricavi passeggeri.

Ti ritroverai alla fine ad aver impiegato grandi risorse di tempo, energia, denaro, e dover ricominciare da capo: ti ricorderai di quanto detto del content marketing, e deciderai magari di provare se funziona.

Perché non subito, allora?

Free Inbound Marketing Checklist   Categories: Inbound Marketing

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Come aumentare traffico e profitti con il Lifecycle Marketing

Il Lifecycle Marketing permette di ottenere i migliori risultati da ogni azione di marketing, e di raggiungere la persona giusta col messaggio e al momento giusto lungo la sua intera esperienza d’acquisto.

Categories: Marketing Read Article

Cos’è il Buyer’s Journey e perché è importante?

Il Buyer’s Journey è la struttura perfetta per sfruttare al massimo le strategie di marketing. Se ben costruito, fa funzionare meglio il funnel di vendita, e aumentare lead convertiti e volumi di acquisto.

Categories: Marketing Read Article

21 strategie creative per promuovere il tuo e-commerce

L’e-commerce può essere una sfida, ma c’è qualcosa che accomuna tutti i negozi online che portano a casa risultati concreti. Saper sviluppare e porre in atto una strategia creativa su misura del tuo business è lo strumento migliore per promuovere il tuo e-commerce

Categories: Marketing Read Article